NEWS

Webinar - "Le opportunità del Nuovo Piano Transizione 4.0 e gli strumenti a supporto dell’innovazione delle imprese."

19-02-2021

LUCENSE e INNOPAPER, in collaborazione con Intesa Sanpaolo vi danno appuntamento Venerdì 26 Febbraio 2021, ore 15:00-16:30

La partecipazione è GRATUITA con iscrizione obbligatoria https://lnkd.in/e_miVDa 

Clicca qui per il programma del webinar

LUCENSE e INNOPAPER, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, promuovono un Webinar per presentare le opportunità del Nuovo Piano Transizione 4.0 che ha l’obiettivo di stimolare la ripresa degli investimenti in innovazione e favorire la transizione digitale e green delle imprese.

L’incontro si propone di offrire un’occasione di approfondimento sulle misure che la Legge di Bilancio 2021 ha previsto per gli anni 2021-2023 a sostegno dell’innovazione delle imprese, e fornire indicazioni mirate e soluzioni a supporto degli investimenti in innovazione e circular economy.

Interventi, domande e risposte per comprendere meglio ed utilizzare in maniera efficace gli strumenti disponibili.

Vi invitiamo a scaricare il flyer “Piano Transizione 4.0” per conoscere i dettagli del nuovo Piano ed i servizi di consulenza che LUCENSE offre alle imprese per la pianificazione degli investimenti e la gestione delle domande di contributo, con l’obiettivo di sfruttare al meglio le opportunità disponibili.

Per maggiori informazioni sul webinar o sulle attività del Distretto Tecnologico Cartario, scriveteci a: innopaper@lucense.it

Nuovo Piano Transizione 4.0:
le novità per il biennio 2020-2022

29-01-2021

Crediti d’Imposta per:

  • Beni materiali e immateriali
  • Ricerca & Sviluppo 
  • Innovazione Tecnologica, Design e Innovazione Estetica
  • Formazione 4.0

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha aggiornato il nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0 per il biennio 2020-2022, che si pone due obiettivi fondamentali:

  • Stimolare gli investimenti privati
  • Dare stabilità e certezze alle imprese con misure che hanno effetto a partire da novembre 2020.

Il Piano prevede lo stanziamento di 24 miliardi di euro, un potenziamento delle aliquote di detrazione, e tempi di fruizione fino a 3 anni.

 

LE PRINCIPALI NOVITA’:

Credito d’imposta per beni materiali e immateriali

Per tutte le aziende che, a partire dal 16 novembre 2020 e fino a giugno 2023, intendano sostenere investimenti per l’acquisto di:

  • Beni materiali 4.0: beneficio del 50% per gli investimenti fino a 2,5 mln di euro realizzati nel 2021, a decrescere per investimenti superiori e/o sostenuti nell’anno successivo. 
  • Beni materiali e immateriali non 4.0: incremento del beneficio dal 6% al 10%, nel 2021, maggiorato al 15% se per implementazione del lavoro agile.
  • Beni immateriali 4.0: beneficio del 20% per gli investimenti fino a 1 mln di euro.

Credito d’imposta per Ricerca, Sviluppo e Innovazione

  • R&S: beneficio del 20% fino a una spesa di 4mln di euro.
  • Innovazione tecnologica, design e innovazione estetica: beneficio del 10%, ampliabile al 15% per investimenti in chiave green e digitale, fino ad una spesa di 2mln di euro.

Credito d’imposta per Formazione 4.0

recupero fino al 50% dei costi di formazione dei dipendenti e degli imprenditori sulle tecnologie 4.0.

Aggiornamento Bandi di Regione Toscana: R&S, Innovazione e Microinnovazione Digitale

19-01-2021

Bando R&S 2020: pubblicate le graduatorie.

Bando “Innovazione 2018” e Bando “Microinnovazione digitale delle imprese”: rifinanziamento e scorrimento delle graduatorie.

Bando R&S 2020

La Regione Toscana, con Decreto del 18.01.2021, ha provveduto alla pubblicazione delle graduatorie delle domande ammissibili e non ammissibili al Bando 1 “Progetti strategici di ricerca e sviluppo” e al Bando 2 “Progetti di ricerca e sviluppo delle MPMI” del POR FESR 2014/2020, approvati, rispettivamente, con Decreto Dirigenziale n. 3647 del 4 marzo 2020 e ss.mm.ii. e con Decreto Dirigenziale n. 3553 4 marzo 2020 e ss.mm.ii.

Sono state presentate 70 proposte di progetto sul Bando 1 e 355 sul Bando 2.
Di queste sono state ammesse, rispettivamente, 57 e 294 domande, di cui finanziate 11 e 50. Per visualizzare le graduatorie: www.sviluppo.toscana.it/bandirs2020.

 

Bandi “Innovazione 2018″ e “Microinnovazione digitale delle imprese”

La Regione Toscana ha provveduto, con Decreto di rifinanziamento del 16.01.2021,
all’integrazione del fondo istituito presso Sviluppo Toscana S.p.a. per la gestione dei seguenti bandi:
• “Bando A 2018” approvato con decreto 16807/2018 in attuazione ed overbooking della LdA 1.1.2 del POR FESR Toscana 2014-2020, rifinanziato con Euro 745.828,10;
• Bando “Microinnovazione digitale delle imprese” approvato con decreto 14075/2020 in attuazione ed overbooking della LdA 1.1.2 del POR FESR Toscana 2014-2020 rifinanziato con Euro 2.448.246,35
segue lo scorrimento delle graduatorie, con rispettivamente 21 e 62 ulteriori progetti finanziati (sui due bandi).

A Lucca il primo Corso di Laurea Magistrale in Tecnologia e Produzione della Carta e del Cartone: iscrizioni fino al 31 dicembre ‘20

17-12-2020

Si avvia a Lucca il primo corso di laurea di ingegneria rivolto al settore cartario e cartotecnico.

Il Dipartimento di Ingegneria Civile ed Industriale dell’Università di Pisa, insieme alla Fondazione per l’Alta Formazione e la Ricerca di Lucca hanno istituito il corso di laurea magistrale in “Tecnologia e produzione della carta e del cartone”. Unica in Italia, la laurea si propone al servizio del distretto economico più importante della provincia di Lucca, ma con aspirazioni internazionali e collaborazioni con diverse Università in tutta Europa.

Tenuto completamente in lingua inglese, il corso si avvia da questo anno accademico 2020/2021 e presenta un piano di studi che amplia e sviluppa la positiva esperienza del precedente Master Universitario di primo livello in “Tecnologia e Gestione dell’industria della Carta e del Cartone” che si è tenuto, per diciassette anni consecutivi, sempre a Lucca.

Punto di forza del corso era la compresenza di docenti universitari con docenti provenienti direttamente dal mondo aziendale, tra cui referenti di LUCENSE. Una formula vincente che è stata ripresa dal corso di laurea che vede come insegnanti molti dirigenti delle imprese presenti sul territorio.

A causa della pandemia in corso, le lezioni si terranno on line. Non appena sarà possibile ritornare in presenza, le aule saranno quelle della sede della Fondazione Crl, ma sarà mantenuta una forma integrata di didattica in modo che anche i lavoratori possano seguire il percorso.

Possono iscriversi al corso (fino al 31 dicembre di ogni anno) i laureati di primo livello in ingegneria che potranno avere l’opportunità di effettuare tirocini in Italia e all’estero in aziende del comparto di grande prestigio.

Molte le aziende del territorio, locali ma anche multinazionali che collaborano alla laurea, insieme ad associazioni nazionali di categoria che hanno lavorato alla definizione del piano di studi.

“Con questo corso di laurea si crea una figura professionale altamente specializzata – dice Marco Frosolini, professore dell’Università di Pisa e presidente del corso – dotata di una formazione interdisciplinare sui processi, sugli impianti e sui prodotti caratteristici dell’industria cartaria. Grande attenzione sarà rivolta allo studio e alla ricerca sui processi, sui materiali e sulle tecnologie abilitanti per i nuovi modelli di industria 4.0 e di economia circolare, cui anche l’industria cartaria sta indirizzando la propria attenzione. È importante ricordare, infine, che il corso nasce con vocazione decisamente internazionale: corsi in lingua inglese, contatti con Università e istituzioni europee, nell’ottica di arrivare, in un futuro non troppo lontano, ad un corso congiunto con importanti atenei europei”.

Per maggiori dettagli:  https://dici.unipi.it/didattica/technology-and-production-of-paper-and-cardboard/ o contattare la Segreteria didattica di Lucca a Celsius: tel. 0583/469729 – info@celsius.lucca.it

Bilancio positivo per il primo anno di gestione del Distretto Tecnologico Cartario INNOPAPER

30-11-2020

A conclusione del primo anno di gestione di INNOPAPER, LUCENSE è lieta di comunicare una breve sintesi dei risultati raggiunti.

Il Distretto Cartario INNOPAPER, di cui oggi fanno parte 143 imprese e 22 enti di ricerca, quest’anno ha registrato nuove adesioni da parte di 19 imprese e 1 ente di ricerca, ed ha raggiunto gli indicatori di performance previsti per il primo anno di attività, superando i valori attesi, sia, per quanto riguarda gli incontri di tipo business to business, research to business e finance to business con imprese della filiera cartaria, che, per quanto riguarda i servizi e le consulenze mirate alle attività di Innovazione degli aderenti al Distretto.

 

LUCENSE ha supportato il network di INNOPAPER, accompagnando le imprese in numerose opportunità di sviluppo del proprio business e ha promosso attività di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale sui temi di maggior prospettiva per la filiera cartaria, quali: economia circolare per la valorizzazione degli scarti industriali, nuovi materiali innovativi per imballaggi eco-sostenibili a base carta, automazione dei processi produttivi in ottica Industria 4.0

Attualmente, LUCENSE gestisce 4 Progetti di ricerca e sviluppo per l’intera filiera cartaria e 6 Progetti di ricerca e sviluppo per le imprese del Distretto Cartario. Rimane in attesa dell’esito di 6 proposte di progetto presentate sul Bando POR FESR 2014/2020 di Regione Toscana. Nel mentre, il Centro Qualità Carta di LUCENSE è impegnato nelle Commissioni Tecniche di CEPI – Confederazione Europea dell’Industria Cartaria – per l’armonizzazione a livello europeo dei metodi di prova sulla riciclabilità di carta e cartone.

L’obiettivo generale di INNOPAPER è infatti la realizzazione di interventi di divulgazione tecnologica, produzione di informazioni strategiche e attivazione di relazioni collaborative tra le imprese aderenti al DTC, e tra queste e il sistema della ricerca e dell’innovazione.

Nell’ambito delle attività di Governance LUCENSE ha partecipato attivamente alla nascita dell’Associazione Clock (Cluster of Clusters for Knowledge) il cui scopo è promuovere interventi a sostegno dei sistemi territoriali di innovazione per favorire il mantenimento e l’incremento della competitività delle imprese attraverso la condivisione delle conoscenze, competenze, dotazioni e strumenti.

Sul fronte della formazione specialistica, INNOPAPER ha supportato i percorsi di formazione tecnica del territorio, quali PAPER-19 “Tecnico Superiore per la produzione del sistema cartario” della Fondazione ITS PRIME, e il Nuovo corso di Laurea Magistrale in Tecnologia e produzione della carta e del cartone del Dipartimento Ingegneria Civile e Industriale dell’Università di Pisa.

Infine, degne di nota le attività di diffusione e divulgazione tecnologica attivate attraverso l’organizzazione di webinar di tipo “Finance to business” e di Formazione tecnico-specialistica per le imprese; la partecipazione ad eventi e workshop a livello locale e nazionale, e le attività di aggiornamento e comunicazione alle imprese sulle opportunità di sviluppo e innovazione.

L’impegno di LUCENSE ed il supporto alle imprese procederà anche nei prossimi due anni, sui temi definiti nel piano operativo strategico del Distretto per proseguire nel percorso di sviluppo della filiera cartaria e favorire la crescita e la competitività delle imprese.

Con questo obiettivo, LUCENSE rinnova l’invito a partecipare alle attività di INNOPAPER per cogliere vantaggi ed opportunità disponibili, e stimolare i processi di innovazione, 

Per contatti diretti e maggiori informazioni scrivete a: innopaper@lucense.it 

CEPI - avvìo alla proposta di armonizzazione del metodo di riciclabilità a livello Europeo

31-10-2020

Da oggi e fino al 6 novembre si svolgerà la consultazione sulla prima bozza dello schema di metodo di misura della riciclabilità armonizzato a livello europeo.

Lo schema si riferisce alla sola pratica di laboratorio, dal 2019 per l’Italia UNI 11743:2019 (non include il sistema di valutazione della riciclabilità che per l’Italia rimane il Sistema Aticelca 501 -link ATICELCA), ed è stato sviluppato da un gruppo di esperti francesi, inglesi, tedeschi e italiani, tra cui Aticelca (l’Associazione tecnica italiana cellulosa e carta), con il supporto del Centro Qualità Carta di LUCENSE.

Cepi, Confederazione Europea dell’Industria Cartaria con la proposta di schema intende arrivare ad una definizione univoca della procedura di laboratorio che consenta di emulare le principali fasi del processo industriale di riciclo secondo le tecnologie più ampiamente diffuse (spappolamento a bassa densità, epurazione, formazione del foglio) e di misurare la facilità con cui i prodotti cartari si spappolano, la capacità di ottenere fibre idonee a formare un nuovo foglio di carta, la generazione di scarti, l’interferenza causata dalle particelle adesive e altre interferenze visive, al fine di consentire la progettazione di prodotti e imballaggi a base carta sempre più efficienti da riciclare.

Il metodo di riciclabilità condiviso renderà più semplice lo sviluppo di prodotti idonei ad essere riciclati in tutto il mercato europeo e, ovviamente, seguirà l’innovazione dei prodotti cartari per poter, a sua volta, garantire il relativo aggiornamento.

È nata l'Associazione CLOCK (Cluster of Clusters for Knowledge). LUCENSE tra i fondatori.

1-10-2020

Si è costituita lo scorso martedì 15 settembre l’Associazione CLOCK (Cluster of Clusters for Knowledge), interessata a promuovere interventi a sostegno dei sistemi territoriali di innovazione per favorire il mantenimento e l’incremento della competitività delle imprese.

L’Associazione nasce a seguito del Protocollo d’Intesa sottoscritto nel dicembre 2019 tra la Regione Toscana e sei Centri toscani per l’Innovazione e il Trasferimento Tecnologico: ASEV – Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa di Empoli, Consorzio Polo Tecnologico Magona di Cecina, COSVIG-Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche, NAVIGO di Viareggio, Toscana Life Sciences di Siena e LUCENSE di Lucca.

Presidente è il Dr. Luigi Lazzareschi, A.D. del Gruppo Sofidel (secondo gruppo in Europa nel settore del tissue), e Vice Presidente l’Ing. Vincenzo Poerio, Presidente del Distretto Tecnologico per la Nautica e Portualità Toscana.

“Promuovere e consolidare la competitività del sistema economico toscano è stata una delle priorità della giunta regionale durante questi cinque anni – spiega l’assessore regionale, Stefano Ciuoffo – Per centrare questo obiettivo abbiamo varato numerose misure a sostegno dei sistemi territoriali di innovazione, soprattutto attraverso bandi. Ma anche cercando di intensificare il dialogo tra imprese, sistema della ricerca e università. La nascita di questa piattaforma rappresenta un altro tassello fondamentale verso la creazione di un sistema territoriale diffuso, che punta a mettere insieme realtà pubbliche e private impegnate a condividere conoscenze, competenze e risorse”.

Tra gli obiettivi dell’Associazione, in primis, la condivisione delle conoscenze, competenze, dotazioni e strumenti per massimizzarne la produttività, evitando duplicazioni, in un’ottica di intelligenza economica, e l’impulso all’integrazione tra ricerca-formazione-innovazione-imprese.

L’Associazione è aperta all’ingresso di nuovi soci, con struttura organizzativa e finalità affini a quelle dei fondatori.

“LEAN 4 SMART FACTORY”: al via le iscrizioni scrizioni alla I edizione del Master Universitario sulla Lean Production

09-09-2020

INNOPAPER è lieta di segnalare che sono state attivate le iscrizioni al master universitario sulla lean production “LEAN 4 SMART FACTORY”  nato dalla collaborazione tra Università di Pisa, Università degli Studi di Firenze e Consorzio Quinn.  Master Lean 4 Smart Factory_a.a. 2020 2021

Il Master ha lo scopo di fornire ai partecipanti conoscenze avanzate nell’applicazione di tecniche di Lean Production e nell’utilizzo consapevole delle tecnologie digitali in ambito smart factory per progetti di efficientamento e miglioramento continuo dei processi aziendali, sia in ambito Industriale che in ambito Service a supporto della produzione.

 

I destinatari della proposta formativa sono:
• Manager e responsabili operations
• Personale con esperienza nelle operations e in fase di qualificazione
• Lavoratori neoassunti da coinvolgere quali disseminatori del know-how lean
• Laureati triennali e magistrali in materie scientifiche-tecniche-economiche

Le modalità di erogazione sono pensate per i profili indicati e prevedono:
1) Formula week end: lezioni il venerdì (14-20) e sabato (8:30-14:30)
2) Fruibile anche a distanza in streaming
3) Sede delle lezioni in presenza: Firenze

Il Master sarà avviato il 27 novembre 2020; è comunque possibile iscriversi per posti disponibili fino al 4 dicembre.

Per partecipare alla procedura di ammissione il candidato deve presentare domanda di immatricolazione on-line (www.studenti.unipi.it) e inviare all’indirizzo segreteria@consorzioquinn.it :

  • curriculum vitae firmato
  • copia del documento d’identità in corso di validità
  • attestazione del pagamento del PagoPA di 116,00 €
  • attestazione ISEE in corso di validità per chi intende concorrere alla borsa di studio

Questo percorso formativo è finanziabile nell’ambito dei bandi di Regione Toscana:

– SCADENZA 15.09.2020
bando liberi professionisti>>> Industria 4.0: voucher formativi per liberi professionisti
bando imprenditori>>> Industria 4.0: voucher formativi per imprenditori

– IN CORSO DI ATTIVAZIONE NEL MESE DI SETTEMBRE
bando Voucher per l’Alta Formazione in Italiaper sostenere l’iscrizione di giovani laureati toscani fino a 34 anni

Regione Toscana: in uscita due nuovi bandi a sportello a supporto delle MPMI.
INNOPAPER a fianco delle Imprese nella pianificazione degli investimenti in Innovazione.

07-09-2020

La Regione Toscana ha stanziato un’importante dotazione finanziaria di 115 milioni di euro con l’obiettivo di sostenere gli investimenti in beni materiali e immateriali delle imprese.

Nelle prossime settimane è prevista infatti l’uscita di due nuovi bandi a sportello a supporto delle MPMI toscane. Il 70% delle somme disponibili è destinato al settore manifatturiero ed il restante 30% ai settori del turismo, commercio, terziario ed altro.

LUCENSE accompagna le imprese nella pianificazione degli investimenti e nella gestione delle domande di contributo, con l’obiettivo di sfruttare al meglio queste nuove opportunità.

 

BANDO “FONDO INVESTIMENTI TOSCANA – AIUTI AGLI INVESTIMENTI”

Il costo totale ammissibile degli investimenti sostenuti va da un minimo di 20.000,00 euro ad un massimo di 200.000,00 euro e comprende spese per i seguenti investimenti in beni strumentali nuovi, materiali ed immateriali, avviati a far data dal 1 febbraio 2020 e conclusi entro 12 mesi successivi alla data di comunicazione di ammissione al finanziamento:
•    interventi sugli immobili: manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia e ampliamento, ecc.;
•    acquisto di impianti, macchinari, attrezzature, mobili e arredi;
•    messa in sicurezza dei locali: sanificazione e protezione; acquisto mezzi mobili necessari al ciclo di produzione;
•    progettazione e direzione lavori in misura non superiore al 10% dell’investimento complessivo.

Il contributo in conto capitale è nella misura minima del 40% del costo totale ammissibile sugli investimenti. Tale percentuale può essere incrementata dal 5% al 10% in base ai requisiti degli investimenti. 

 
BANDO MICROINNOVAZIONE DIGITALE

Il Bando offre un sostegno alle micro, piccole e medie imprese, in forma singola e associata, per l’acquisizione di servizi innovativi di supporto ai processi di trasformazione digitale delle imprese.

I servizi di consulenza sono finalizzati alla realizzazione di dimostratori e soluzioni pilota sulle seguenti tecnologie digitali: Advanced Manufacturing, Additive Manufacturing, Augmented Reality, Simulation, Horizontal/Vertical integration, Industrial internet, Cloud, Cybersecurity, Big data and analysics, Intelligenza artificiale, Blockchain.
La dotazione finanziaria è di 10 milioni di euro, di cui 80% per manifatturiero e servizi e 20% per turismo, commercio e terziario.
Il progetto presentato, con un costo totale compreso tra 7.500,00 e 100.000,00 euro, deve essere avviato a far data dal 1 febbraio 2020 e concluso entro 12 mesi successivi alla data di comunicazione della concessione dell’agevolazione.

Contributo minimo del 50% a fondo perduto, ulteriormente incrementabile in caso di progetti integrati che attivino una combinazione di categorie di servizi.

Il nostro team accompagna le imprese nella pianificazione degli investimenti e nella gestione delle domande di contributo, con l’obiettivo di sfruttare al meglio le opportunità disponibili.

Per acquisire maggiori informazioni a vantaggio della vostra Azienda, scriveteci a: innopaper@lucense.it

WEBINAR Finanziamenti e Incentivi a supporto dell'innovazione delle imprese: 15 luglio 2020

10-07-2020

LUCENSE e INNOPAPER promuovono un webinar per presentare in modo pratico e concreto le opportunità dei nuovi finanziamenti e incentivi all’innovazione: strumenti importanti per sostenere la crescita delle imprese agevolando investimenti in ricerca, sviluppo e beni strumentali.
Saranno illustrati i principali strumenti di finanza agevolata a disposizione delle imprese, quali il Fondo di garanzia per le PMI, la Nuova Sabatini e il FEI Innovfin SME Guarantee, le novità del Piano Transizione 4.0 (Credito d’imposta ricerca, sviluppo, innovazione e design e il Credito d’imposta beni materiali e immateriali – ex iper e super ammortamento) e ulteriori bandi e incentivi in ambito Impresa 4.0 ed economia circolare.

Esempi e casi pratici spiegheranno le occasioni di investimento a finanziamento agevolato o contributo a fondo perduto che permettano alle imprese di ridurre o recuperare i costi di innovazione.

PROGRAMMA

16.00 LUCENSE
Saluti e introduzione su INNOPAPER, il Distretto Tecnologico Cartario di Regione Toscana.

16.10 Alberto Varotto, Banco BPM
I principali strumenti di finanza agevolata a sostegno dello sviluppo delle imprese.

16.40 Federico Sebastiani, LUCENSE
Il Piano Transizione 4.0. Bandi e incentivi per l’innovazione.

17.00 -17:30 Domande e dibattito

La partecipazione è GRATUITA con iscrizione obbligatoria. ISCRIVITI AL WEBINAR

 

51° Congresso annuale dell’Industria Cartaria Italiana, promosso da Aticelca.
Il contributo di LUCENSE per la riduzione dello scarto di pulper.

12-06-2020

E’ in corso il 51° Congresso annuale dell’Industria Cartaria , promosso da Aticelca, l’associazione dei tecnici cartari italiani.
L’evento è da sempre occasione di confronto e approfondimento per il settore cartario e accoglie i contributi più significativi in tema di innovazione, tecnologie, energia e ambiente, sia italiani che stranieri.

LUCENSE partecipa al congresso con una relazione dal titolo “Tecnologie di separazione e avvio al riciclo di plastica mista e cellulosa dallo scarto di pulper: scenari e benefici“.

Simone Giangrandi, responsabile dell’Area Ricerca e Innovazione di LUCENSE, nel suo intervento illustrerà i risultati delle indagini e dei test che consentono di stimare i benefici ambientali ed economici per le cartiere e fornire indicazioni personalizzate sulle soluzioni tecnologiche e impiantistiche che mirano alla riduzione della quantità dello scarto di pulper, attraverso il recupero della cellulosa e la valorizzazione della componente plastica.
In Italia la produzione di questo scarto ammonta a circa 250.000 ton/anno, e determina forti criticità di gestione per carenza di impianti di trattamento e riciclo.

Nell’ambito delle attività  di INNOPAPER, LUCENSE conduce da tempo studi finalizzati alla valutazione e validazione di tecnologie innovative per la valorizzazione dei materiali di scarto dell’industria cartaria e i temi presentati al Congresso si inseriscono anche all’interno del Progetto di Ricerca sull’economia circolare PLACET, cofinanziato dal Ministero dell’Ambiente.

La relazione è visibile in streaming fino al 16 giugno nell’area riservata del sito di Aticelca.
Il 16 pomeriggio si terrà una web conference con possibilità di rivolgere direttamente ai relatori domande di approfondimento.

Per ulteriori informazioni sui temi trattati nel corso dell’intervento: projects@lucense.it

Si riunisce la Governance del Distretto Tecnologico Cartario

30-05-2020

Si è svolto ieri l’incontro annuale del Comitato di Indirizzo di INNOPAPER, alla presenza dei referenti di LUCENSE, Soggetto Gestore, e degli altri rappresentanti, in collegamento remoto. All’incontro sono state confermate le linee di governance e la roadmap di sviluppo del network, decise all’avvio delle attività.

Tanto i rappresentanti del sistema impresa, quanto i membri designati dagli organismi di ricerca, di concerto con il Presidente del Comitato, hanno espresso feedback positivi sull’operato di LUCENSE, dopo aver analizzato l’avanzamento delle attività del Distretto ed i risultati conseguiti.

Durante il confronto sulle tematiche di interesse per la filiera cartaria, e ancor di più per il Distretto, sono emerse alcune indicazioni sull’utilità di affrontare e approfondire alcuni temi specifici, quali: l’impiego del macero e le relative dinamiche di qualità e mercato; ricerca e sviluppo su fibre alternative da piante annuali di origine non forestale e di nuovi materiali a maggiore ecosostenibilità; le nuove opportunità di mercato per prodotti e imballaggi a base cellulosica; attività di supporto alle PMI dell’indotto del Distretto e alla supply chain di filiera, specialmente in fase post-COVID19.

LUCENSE proseguirà pertanto le attività anche con periodici approfondimenti con i rappresentanti del Comitato Tecnico D’indirizzo.

Un premio per le Aziende che investono in sostenibilità. In arrivo il Bando CONAI per l’eco-design.

22-05-2020

LUCENSE è lieta di segnalare l’opportunità di partecipare al Bando CONAI per l’eco-design, che premia le aziende che hanno investito sulla sostenibilità dei loro imballaggi, a tutela dell’ambiente.

Quest’anno il Consorzio Nazionale Imballaggi ha previsto un montepremi di 500.000,00 € per valorizzare le iniziative di green innovation degli imballaggi immessi al consumo dai propri Consorziati, nel biennio 2018/2019.

Il bando prevede, inoltre, 4 super premi per l’innovazione circolare da destinare alle Aziende che si saranno distinte per l’attivazione di una o più delle seguenti leve di ecodesign: Riutilizzo, Facilitazione attività di riciclo, Utilizzo di materia prima seconda.

La scadenza delle iscrizioni terminerà il 30 giugno 2020. inoltre le opportunità di agevolazione e bandi in arrivo.

Bandi MARCHI+ e DISEGNI+
Le misure previste dal Ministero dello Sviluppo Economico per consentire fino al 90% di recupero delle spese sostenute per l’acquisto di servizi specialistici, funzionali alla valorizzazione delle imprese. Le domande potranno essere presentate:

  • DISEGNI+, a partire dalle ore 9.00 del 27 maggio 2020 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili (Fondi:13Mln€)
  • MARCHI+, a partire dalle ore 9.00 del 10 giugno 2020 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili (Fondi: oltre 9Mln €).

Ricerca & Sviluppo 2020: i nuovi Bandi di Regione Toscana
La Regione Toscana ha predisposto un budget di 17.000.000,00 di euro, integrabile con ulteriori risorse e fondi già in programma, per la realizzazione di progetti di ICT e fotonica, Fabbrica Intelligente, chimica e nanotecnologie in ambiti applicativi quali cultura e beni
culturali, energia e green economy, Impresa 4.0, salute e scienze della vita, smart agrifood, che siano orientati al mercato e/o prossimi alla fase di produzione.
Il finanziamento è in conto capitale a fondo perduto dal 25% al 45% (in base alla dimensione delle imprese, alla forma di collaborazione e alla coerenza con la strategia Industria 4.0) e cumulabile con il Credito d’Imposta Ricerca, Sviluppo e Innovazione.
Le domande potranno essere presentate fino al 30 giugno 2020 da:

  • Grandi Imprese in cooperazione con almeno 3 MPMI, con o senza Organismi di Ricerca (linea 1);
  • MPMI singole o in cooperazione tra loro (in numero minimo di 3), con o senza Organismi di Ricerca (linea 2).

Emergenza COVID-19?
Misure nazionali e regionali a sostegno delle imprese. Proroghe, adempimenti e opportunità di bandi in arrivo.

24-04-2020

Nel complesso quadro attuale, determinato dall’emergenza epidemiologica da COVID-2019, LUCENSE si impegna a monitorare le misure normative, nazionali e regionali, in evoluzione.


In questo particolare periodo, siamo attivi nel supportare gli aderenti al Distretto Cartario INNOPAPER e disponibili a fornire la nostra consulenza in merito.

PROROGHE E ADEMPIMENTI

La Regione Toscana ha predisposto una serie di Misure straordinarie per il contenimento dei danni economici a favore delle aziende beneficiarie di fondi europei (FESR), nazionali e regionali. In particolare, nel periodo compreso tra il 23/02/2020 ed il 15/05/2020, le aziende toscane possono godere della sospensione dei termini di rendicontazione e ultimazione dei progetti. Inoltre, per quei progetti in corso di realizzazione, o con avvio entro il 31/07/2020, vi è la possibilità di proroghe aggiuntive e di facilitazioni per modifiche progettuali e rimodulazioni dei piani finanziari.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha decretato un’ulteriore proroga dei termini previsti per la presentazione delle domande sui Bandi MARCHI+ e DISEGNI+. Le domande di agevolazione che consentono di recuperare fino al 90% delle spese sostenute per l’acquisto di servizi specialistici, funzionali alla valorizzazione delle imprese, potranno essere presentate: DISEGNI+, a partire dalle ore 9.00 del 27 maggio 2020 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili (Fondi: 13Mln €); MARCHI+, a partire dalle ore 9.00 del 10 giugno 2020 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili (Fondi: oltre 9Mln €).

OPPORTUNITA’ DI BANDI IN ARRIVO

La Regione Toscana ha predisposto un budget di 17.000.000,00 di euro, integrabile con ulteriori risorse e fondi già in programma, per la realizzazione di progetti di ICT e fotonica, Fabbrica Intelligente, chimica e nanotecnologie in ambiti applicativi quali cultura e beni culturali, energia e green economy, Impresa 4.0, salute e scienze della vita, smart agrifood, che siano orientati al mercato e/o prossimi alla fase di produzione. Il finanziamento è in conto capitale a fondo perduto dal 25% al 45% (in base alla dimensione delle imprese, alla forma di collaborazione e alla coerenza con la strategia Industria 4.0) e cumulabile con il Credito d’Imposta Ricerca, Sviluppo e Innovazione. 

Le domande potranno essere presentate fino al 30 giugno 2020 da: 

  • Grandi Imprese in cooperazione con almeno 3 MPMI, con o senza Organismi di Ricerca (linea 1);
  • MPMI singole o in cooperazione tra loro (in numero minimo di 3), con o senza Organismi di Ricerca (linea 2).
germe

Ricerca & Sviluppo 2020: i nuovi Bandi di Regione Toscana

26-03-2020

Regione Toscana ha pubblicato i Bandi R&S 2020 che finanzieranno progetti con un alto grado di innovazione, mettendo a disposizione delle Imprese un budget attuale di 17.000.000,00 di euro, integrabile con ulteriori risorse e fondi già in programma.

I Bandi saranno destinati a progetti orientati al mercato e prossimi alla fase di produzione, con priorità tecnologiche indicate dalla strategia di Smart Specialisation di Regione Toscana (ICT e fotonica, Fabbrica Intelligente, chimica e nanotecnologie) ed ambiti applicativi quali cultura e beni culturali, energia e green economy, Impresa 4.0, salute e scienze della vita, smart agrifood.

La scadenza per la presentazione delle domande è il 30 giugno 2020, salvo proroghe.

LINEE DI AZIONE PREVISTE

Bando 1. Progetti strategici di ricerca e sviluppo.
Beneficiari: Grandi Imprese in cooperazione con almeno 3 MPMI; con o senza Organismi di Ricerca.
Dimensione: € 1,5-3 milioni di costo totale ammissibile.
Durata: 24 mesi.

Bando 2. Progetti di ricerca e sviluppo delle MPMI.
Beneficiari: MPMI singole o in cooperazione tra loro (in numero minimo di 3); con o senza Organismi di Ricerca.
Dimensione: € 150.000-1,5 milioni di costo totale ammissibile.
Durata: 18 mesi.

Il finanziamento è in conto capitale a fondo perduto dal 25 al 45% in base alla dimensione delle imprese, alla forma di collaborazione e alla coerenza con la strategia Industria 4.0.
E’ inoltre cumulabile con il Credito d’Imposta Ricerca, Sviluppo e Innovazione.

CLuster Of Clusters for Knowledge: nasce la Piattaforma CL.O.C.K.

1-03-2020

Firmato il Protocollo d’Intesa per la costituzione della Piattaforma CLOCK, tra Regione Toscana e 6 Centri per il Trasferimento Tecnologico, fra cui LUCENSE.

Una Piattaforma per il Trasferimento Tecnologico, per l’Innovazione e la Competitività in Toscana, destinata a favorire la crescita economica sostenibile delle imprese e dei territori puntando sull’innovazione.

Regione Toscana e sei Centri di Trasferimento Tecnologico toscani il 9 dicembre 2019 hanno firmato a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze un protocollo d’intesa per la costituzione della Piattaforma CL.O.C.K. (CLuster Of Clusters for Knowledge).

Alla firma sono intervenuti l’assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo e i rappresentanti di ASEV Spa (Agenzia di Sviluppo Empolese – Valdelsa), COSVIG scarl (Consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche), CPTM  (Consorzio Polo Tecnologico Magona), LUCENSE, NAVIGO, TLS (Fondazione Toscana Life Sciences).

La Piattaforma si occuperà di promuovere la condivisione di conoscenze e competenze per dare impulso all’integrazione tra ricerca-formazione-innovazione-imprese, anche valorizzando il rapporto con le Università e gli altri Organismi di Ricerca, e sviluppare programmi di ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione coerenti con le agende strategiche di riferimento, ed in linea con i programmi di sviluppo regionali, nazionali ed europei.

bandi +

Dal MISE un piano di incentivi per l’acquisto di servizi specialistici per le PMI: Bandi “DISEGNI+” e "MARCHI+".

21-02-2020

INNOPAPER segnala le opportunità di agevolazione, promosse dal Ministero dello Sviluppo Economico, che consentono di recuperare fino al 90% delle spese sostenute per l’acquisto di servizi specialistici funzionali alla valorizzazione di DISEGNI e alla registrazione di MARCHI.

Queste le nuove scadenze:

DISEGNI+ A partire dalle ore 9.00 del 22 aprile 2020 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili (Fondi: 13Mln €), sarà possibile accreditarsi per l’accesso all’agevolazione “DISEGNI+”, che sostiene la valorizzazione di disegni, singoli o multipli, registrati a decorrere dal 1° gennaio 2018. L’incentivo, proposto in regime di “de minimis”, è finalizzato alla valorizzazione per la messa in produzione (fase 1 – fino a 65,000€) e alla commercializzazione (fase 2 – fino a 10,000€ ) dei disegni industriali sul mercato nazionale ed internazionale. MARCHI+ A partire dalle ore 9.00 del 6 maggio 2020 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili (Fondi: 3,5Mln €), sarà possibile accreditarsi per l’accesso all’agevolazione “MARCHI+”, che sostiene la registrazione di marchi sul mercato nazionale e internazionale. L’incentivo, proposto in regime di “de minimis”, è finalizzato al recupero delle spese relative all’acquisto di servizi specialistici funzionali al deposito della domanda di registrazione (deposito effettuato a partire dal 1° giugno 2016), per un importo massimo di 8.000,00€. Il team di INNOPAPER affianca le imprese per valutare l’opportunità di utilizzo di questi strumenti ed accompagnarle nel percorso di accesso alle agevolazioni previste. Per maggiori informazioni: innopaper@lucense.it

La Strategia Nazionale per l'Innovazione: cosa cambia nel 2020. Il Mise stanzia 7 MLD di Euro a favore delle imprese.

17-01-2020

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha avviato Il Piano TRANSIZIONE 4.0  stanziando 7 MLD di Euro a favore delle imprese, per sostenere lo sviluppo di competenze, economia circolare, software e sistemi IT.

La Legge n.160/2019 ha sostituito l’iper e il super ammortamento con il Credito d’Imposta per beni strumentali, materiali e immateriali, e ha rinnovato il Credito d’Imposta R&S estendendo le agevolazioni anche ad investimenti in innovazione tecnologica e design, con particolare attenzione ai progetti “green“. Entrambi gli strumenti puntano ad incentivare gli investimenti in Industria 4.0, introducendo criteri più flessibili per le imprese.

Tra gli incentivi 2020 destinati alle PMI sono stati rinnovati il Credito d’Imposta Formazione 4.0, Nuova Sabatini e Partecipazione a fiere, ed introdotti i Bandi Brevetti+, Marchi+ e Disegni+.

Il team di INNOPAPER accompagna le imprese nella pianificazione degli investimenti e nella gestione delle domande di contributo con l’obiettivo di sfruttare al meglio le opportunità disponibili.

Per maggiori informazioni: innopaper@lucense.it

 

INNOPAPER
Distretto Tecnologico Cartario di Regione Toscana
Email: innopaper@lucense.it
PEC: lucense@pec.it

Soggetto Gestore di INNOPAPER:
LUCENSE
Organismo di Ricerca ai sensi della Comunicazione CE n2006/C 323/01
Traversa prima di Via della Chiesa di Sorbano del Giudice n. 231 55100 LUCCA IT

Orario Uffici:
lunedì – venerdì 9:00 – 13:00; 15:00 – 18:00

Telefono: +39 0583 493616
Fax: +39 0583 493617

estruso
porcreo
UE
repubblica italiana
Regione Toscana

© 2019 · Innopaper | Traversa prima di Via della Chiesa di Sorbano del Giudice n. 231 55100 Lucca IT | Privacy Policy